La storia del sign. P.

Ilaria Barone

Oggi vogliamo raccontarvi una storia difficile, ma fortunatamente, a lieto fine…quella del sign. P.

Il sign. P. è un uomo adulto, un senzatetto, gravemente malato, ricoverato ormai da mesi presso una RSA molisana e che la Caritas, il Comune di Termoli e l’associazione della “Città Invisibile” avevano in cura.

Il sig. P., a causa di un problema con L’Inps di Campobasso rischiava di essere messo alla porta, di essere “cacciato” dalla RSA in cui alloggiava e di essere spedito nuovamente alla stazione di Termoli, la sua vecchia casa. Ciò nonostante egli non fosse ormai più in grado di fare nemmeno un passo da solo.

La Casa dei diritti ha sollevato il caso all’Inps nazionale, nella persona della Vice presidente Luisa Gnecchi, la quale, nel giro soltanto di tre giorni, è riuscita a risolvere la questione, garantendo così al sig. P la possibilità di permanere presso la RSA che lo ospita e di ottenere, inoltre, la necessaria assistenza sanitaria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *